Vivo un momento in cui non so descrivere me stessa, né la mia vita. Sono in uno stato di confusione, sembro l'America dopo il tornado, l'isola dopo l'uragano, una casa piena di scatoloni da aprire, un corpo pieno di ferite da curare. Spero che questa confusione finisca; dicono che il tempo cura tutto.
Attendo.
Io sono in attesa.

Le persone speciali le riconosci a pelle, non appena le vedi ed è meraviglioso passare del tempo con quelle persone, perchè ti fa capire che c’è qualcuno al mondo che può capirti e che ti vuole bene così per come sei, con i tuoi mille difetti. Devo dire che non potrei essere più contenta questo anno perchè oltre ad aver perso le mie “finte amiche” non solo ho rafforzato le altre relazioni, ma soprattutto ho fatto nuove amicizie con persone fantastiche che altrimenti non avrei conosciuto.
Il destino a volte ci fa sentire piccoli, ma prima o poi torna sempre il sole. TORNA SEMPRE IL SOLE, giuro.

L’amore è intoccabile, lui non si fa comandare da nessuno, anzi comanda tutti quanti e non puoi non seguirlo. Se ci riesci, allora puoi fare qualsiasi cosa.

Le persone stanno impazzendo perchè le regole non contano più nulla, non importa se ne metti delle nuove, oggi si continuano a non rispettare perchè il mondo insegna che anche se non le rispetti non ti succede nulla, anzi a volte ti trattano peggio quando le rispetti, ecco come si forma la maggior parte delle persone di oggi, senza rispetto per le regole, anche quelle solo che detta la morale, tipo tenere la musica ad un volume accettabile, rispettare le persone che lavorano ogni giorno a contatto con la gente anzi che insultarle, accettare quello che viene dato.
Care persone, se continuiamo in questa maniera allora tanto vale che arrivino gli Estranei di George Martin, perchè forse forse non ci meritiamo di continuare in questa maniera.
Ps. se pensate che il mondo è tutto rose e fiori guardate le iene.

Amare qualcuno è un po’ come dipenderne, è sentire la sua mancanza in ogni momento, cercare di aggrapparsi ad un pezzo della persona amata per sentirsi meno soli. C’è chi porta con sé una foto in cui si sorride insieme, in cui ci si scambiano baci e abbracci; c’è a chi basta solamente il ricordo e poi c’è a chi non basta niente, a chi serve la foto, il ricordo, sentire la voce ogni sera prima di andare a dormire, sapere che ci si vedrà il giorno dopo e sapere di avere qualcosa dell’altro. Io adoro avere le sue maglie, indossarle, anche per uscire, non importa se mi stanno grandi, se mi fanno apparire come se pesassi venti o trenta chili in più, io voglio essere bella per lui, non per gli altri, ma soprattutto indossare le sue maglie mi fa sentire più vicina a lui. Portano il suo odore, me lo portano accanto.